MOTOESTATE 2022: ISCRIZIONI APERTE

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per la stagione 2022 dei Trofei MES. Il costo d’iscrizione al campionato per tutte le categorie è quantificato in EURO 400 se versato entro il 28 febbraio. Dopo tale la data la quota è quantificata in EURO 500,00. Maggiori informazioni sui moduli scaricabili direttamente dal sito www.trofeimoto.it

Il via dell’edizione numero 36 dei Trofei MP Dynasty Exhaust Motoestate scatterà il prossimo 1 maggio da Varano de’ Melegari, per il primo dei cinque round previsti. Ecco tutte le novità in programma per la prossima stagione.

4moto-eu

New entry nella nuova edizione del MES saranno le classi Naked e Junior Supersport. Novità anche per quanto riguarda le Big Supersport che saranno ammesse nella 600 Open, ma con classifica separata. Nelle altre categorie nessuna modifica sostanziale, se non qualche miglioria nelle sotto-classifiche così come l’aggiunta di un turno di prove ufficiali il sabato pomeriggio per ciò che riguarda Race Attack.

Race Attack

La categoria entry level nel mondo delle corse subisce modifiche in termini sportivi, ma non tecnici. Rimane il regolamento Open, sia per la classe 600 che per la classe 1000. Confermati gli pneumatici: D212 Gp Racer, che vantano ottime prestazioni a un costo molto competitivo, come da filosofia MES.

Oltre alla classifica assoluta verranno premiate le classifiche Challenge e Rookies con parametri diversi rispetto agli anni passati. Altra novità di quest’anno sarà l’aggiunta di un turno di prove ufficiali il sabato pomeriggio.

Big Supersport

Il posizionamento di quelle che vengono definite Big Supersport era una questione bollente, dettata principalmente dalle nuove esigenze di mercato. Anche nel MotoEstate le BIG SS, come la MV Agusta F3 800, la Ducati Panigale V2, GSX RR 750 e la Triumph 765 potranno correre nella classe regina della 600 Aperta, ma avranno una classifica separata.

Junior Supersport

Un’altra nuova categoria dettata dalle esigenze del mercato sarà la Junior Supersport, che si correrà in regime di gomme libera e all’interno della Supermono. Questa va a delinearsi grazie all’arrivo di Aprilia 660, già presente nella passata stagione, e delle nuove Yamaha R7, Honda CBR 650, Kawasaki Ninja 650. Sarà una categoria low-cost, utile per avvicinarsi alla 600 per piloti che non partecipano ad altri campionati, oppure come allenamento per chi già correrà nei mono-marca Aprilia e Yamaha.

Naked

Ritorna dopo sette anni la categoria riservata alle nude, che tanto spettacolo e divertimento aveva regalato. L’ultimo campione della categoria fu Nicola Ruggero, che nell’edizione del 2016 piegò il pluri-titolato Rudy Gaggiolo al termine di un campionato emozionante. Dopo il breve excursus storico, guardiamo alla nuova stagione con la categoria come sempre aperta a tutte le Naked, recenti e più anziane, di cilindrata compresa tra 600 e 1300. Il mercato delle semi-carenate è variegato e per questo il regolamento viene aperto a tutti i tipi di moto e piloti con classifica in base ai cavalli: super-little fino a 110 CV, Super-medium fino a 165 CV Super-big oltre i 165. Questo per agevolare tutti i possessori a poter tornare in pista e divertirsi con la propria moto. La categoria si correrà in regime di mono-gomma Dunlop: i piloti potranno scegliere tra le D212 GP Racer oppure le D213 GP PRO.

Supermono

La categoria Supermono rimane aperta a moto 4 tempi da 250 cc a 800 e da 125 cc a 500 monocilindriche. Nella sostanza non cambia nulla. E’ ideale per correre con moto prototipo e rimane aperta anche alle pre-moto 3 e Moto3. La categoria sarà, come ormai consuetudine, mono-gomma Dunlop con modelli a seconda delle moto al via.

All’ interno della classe Supermono è prevista anche una classifica dedicata alle Junior Supersport, moto di cavalleria molto simile alle Supermono OPEN. Le moto ammesse sono Aprilia 660, Yamaha R7 , Honda CBR 650, Kawasaki Ninja 650.

125 e Moto4

Le due tempi 125 rimangono protagoniste del Motoestate, con il medesimo regolamento del 2021. Gomma libera e divisione per categoria SP e Open, che permette di correre con le mitiche ottavo di litro con configurazione scelta da ogni pilota.

Si rinnova la Moto4, che al suo interno, oltre alle Moto4 che hanno corso fino a oggi aprirà anche alle Aprilia 250 e le Tianda TDR 300, moto che ha fatto il suo debutto nel 2021. I motori sono quelli Zonghsen, come da regolamento.

300 SS

Nessuna novità nella categoria riservata alle piccole 4 tempi. Si corre in regime di gomma libera e vincolo, come lo scorso anno, di data logger per misurare il numero giri.

600 e 1000 OPEN

Le classi regine non avranno cambiamenti sostanziali. Tutto rimane immutato. Regolamento tecnico Open e gomma libera, con un numero massimo di pneumatici da utilizzare tra prove e gara contingentano a quattro, così da permettere a tutti di poter affrontare il week-end di gara contenendo le spese.

600 e 1000 STOCK

All’interno delle classi regine sono previste anche le classifiche Stock: dedicate a moto con motore ed elettronica dericata di serie. I regolamenti fanno fede a quelli della Stock 600 e 1000. Entrambe si correranno in regime di monogomma Dunlop, utilizzando le KR slick. Il numero massimo di pneumatici che si potranno utilizzare tra prove e gara è contingentato a quattro. Saranno previsti premi in gomme al termine di ogni round al raggiungimento dei sei partecipanti per ogni classe.

Per iscriversi al MES 2022 basterà compilare e seguire le indicazione presenti sul modulo di iscrizione scaricabile al seguenti link: www.trofeimoto.it

Il calendario 2022:

  • ROUND 1 – 30 aprile-1 maggio – Varano de’ Melegari
  • ROUND 2 – 28-29 maggio – Cremona Circuit
  • ROUND 3 – 25-26 giugno – Magione
  • ROUND 4 – 6-7 agosto – Varano de’ Melegari
  • ROUND 5 – 24-25  settembre – Cremona Circuit

Il week end di gara seguirà, come da tradizione, il seguente programma: sabato mattina prove libere facoltative a pagamento. Nel pomeriggio inizieranno le prove ufficiali. Durante la domenica mattina ci saranno le ultime qualifiche e dal pomeriggio il via alle gare.