A FRANCIACORTA ASSEGNATI I TITOLI MES

Una grande giornata di sport e show per l’ultimo appuntamento stagionale dei Trofei Wheelup Motoestate. Davanti a una cornice di pubblico delle grandi occasioni sono andate in scena tredici gare sulla main circuit di Franciacorta e il penultimo round del campionato italiano Minimoto sul rinnovato tracciato della Motorsport Arena. E poi corsi di educazione stradale per i più piccoli, grazie al reparto di Educazione Stradale della FMI con l’appoggio del Moto Club TTN Racing, il pullman azzurro della Polizia di Stato, i fantastici show nell’area trial grazie a Fabio Lenzi e alla sua equipe e spazio ai più piccoli con il gioca bimbi. Un evento dunque unico che ha divertito i tanti presenti che in pista hanno applaudito gli oltre 200 piloti al via e i nuovi campioni.

I titoli dei Trofei Wheelup MES se li sono aggiudicati: Davide Suardi (MiniOpen), Giuseppe Tarquini (600 Racet Attack), Roberto Carinelli (Race Attack 1000), Lorenzo Villamagna (600 Mds), Daniele Corradi (600 Mes), Stefano Togni (1000 Mes), Giampaolo Cristini (1000 Mds), Nicola Ruggiero (Naked).

4moto-eu

MiniOpen gara 1: Davide Suardi in fuga fin da subito ha poi oltrepassato il traguardo in solitaria a braccia alzate. Bella la lotta per la seconda piazza tra Ferri, Raineri, Berno e Barbiani che si sono scambiati le posizioni in più occasioni. La volta finale ha premiato Fabio Ferri, secondo, davanti a Stefano Raineri.

1000 Mes/Mds: Caduta alla prima curva per tre piloti e gara subito sospesa. Al nuovo via è Lorenzo Renaudo a prendere le redini della gara. Prova a fuggire il piemontese, ma Traversaro e Pedersoli lo riacciuffano. Bella bagarre per il primato con Alessandro Traversaro che passa al comando, ma all’ultima curva Renaudo reagisce e compie il sorpasso vincente. Vittoria per Renaudo davanti a Traversaro e Pedersoli.

Vittoria nelle Motodiserie per il bresciano Giampaolo Cristini, bravo a precedere Nicola Nasato e Oscar Tavella.

Race Attack 600 1 manche: Vittoria di prepotenza di Luca Maggio che parte al comando e saluta la compagnia. Giuseppe Tarquini finisce secondo e amministra il vantaggio in classifica. Terza piazza per Bonvicini.

Race Attack gara 1: Bagarre all’ultimo respiro tra Mattia Puttini e Roberto Carinelli. I due con un ritmo incalzante hanno dato vita a una bella battaglia risoltasi sotto la bandiera a scacchi. Vittoria di manche per Puttini, titolo a Carinelli. Terza piazza per Massimo Gilioli.

600 Mds: Fuori prima della battaglia, per una brutta caduta in prova, Andrea Carniglia. La lotta per il titolo è stata dunque una questione tra Lorenzo Villamagna e Giorgio Besana.

La gara ha vissuto sulla lotta a quattro tra Besana, Villamagna, Zappa e Filippi. Tanti sorpassi e finale in volata con affermazione per Lorenzo Villamagna che vince gara e titolo. Alle sue spalle Besana, secondo anche in campionato, e Filippi, terzo.

Naked: Rudy Gaggiolo voleva vincere la gara per orgoglio e chiudere a pari punti e ce l’ha fatta. Dopo una bella bagarre con Ruggiero ha avuto la meglio senza patemi. Il titolo della Naked è andato a Ruggiero che si è imposto sull’ex campione grazie alla discriminante piazzamento. Per lui fondamentali le quattro pole position che gli sono valse il titolo.

600 Mes: Partenza lampo di Daniele Corradi, con Perseghin in quinta posizione. Ci ha provato Bressan a tenere la ruota del pilota piacentino, ma troppo superiore quest’oggi Corradi che con la vittoria di gara ha fatto suo il titolo grazie al maggior numero di vittorie rispetto a Manuel Persghin. Il talentuoso lombardo ha chiuso terzo, alle spalle di Bressan, ed è stato bravo a rintuzzare gli attacchi di un velocissimo Paolo Lolli.

MiniOpen/125 Open: Celestino Vietti Ramus senza rivali. Il pilota dell’Accademy VR 46 ha corso per allenamento vincendo a mani basse. Alle spalle di Vietti, Davide Suardi che ha conquistato il gradino più alto del podio della MiniOpen.

Il podio della 125 Open è andato a Vietti Ramus che ha preceduto Danelli e . Nella MiniOpen sul podio con Suardi, Raineri, secondo, e Barbiani, terzo.

1000 Mes/Mds: Pedersoli esce di scena subito, ma sono Traversaro e Brignoli a tenere alto l’interesse con una spettacolare bagarre che si conclude sotto la bandiera a scacchi. Ad avere la meglio è Alessandro Traversaro che chiude alla perfezione le traiettorie e precede il bresciano Luigi Brignoli. Terza piazza per Walter Bartolini. Quarto posto per Francesco Fratus, ma il titolo va a Stefano Togni che amministra su Fratus, Boccelli e Accornero e festeggia il numero 1.

Vittoria di Giampaolo Cristini nelle Motodiserie. Il bresciano precede Nicola Nasato e Oscar Tavella e festeggia nel migliore dei modi il titolo.

Race Attack gara 2: Giuseppe Tarquini mette il sigillo su una grande stagione. Sua gara 2 dopo avere piegato un ottimo Luca Maggio. Tarquini fa sua la vittoria di gara e fa suo il titolo. Seconda piazza per Luca Maggio e Omar Bonvicini, vincitore della classe Challenge.

Race Attack 1000 gara 2: Vince Mattia Puttini che conquista la doppietta di giornata e mette alle spalle anche in gara 2 il titolato Roberto Carinelli. Terza piazza per Massimo Gilioli, terzo di manche e assoluto.