1000 MDS:TESTA A TESTA TRA CRISTINI E TAVELLA

I Trofei Wheelup Motoestate giugno all'epilogo. L'appuntamento è per il 25 settembre sul tracciato di Franciacorta e sarà un finale caldissimo: tutti i titoli delle diverse categorie sono vacanti e fondamentale sarà l'ultimo appuntamento.

La 1000 MDS vede in lizza per il successo Giampaolo Cristini e Oscar Tavella, entrambi già titoli: il bresciano ha vinto nel 2012 e 2013, Tavella nel 2014.

4moto-eu

I due piloti sono separati da tre lunghezze con due gare da disputare, perché sia la MDS che la MES 1000 in terra lombarda disputeranno il doppio round.

Cristini parte con un minimo vantaggio, ma per come sta andando la stagione nulla è scontato. Il pilota del team Calibra  ha all'attivo tre vittorie e un settimo posto, rivale risponde con una vittoria, due secondi e un terzo posto.

 

L’ultimo round della stagione si avvicina. Come stai preparando la gara cruciale del campionato?

Giampaolo Cristini:” Per preparare la gara mi sto allenando alternando sedute in palestra con allenamenti in bici da spinning per fare fiato. Mentre per quanto concerne l'allenamento in moto abbiamo programmato con il team due uscite a Franciacorta che serviranno per preparare al meglio la gara la gara”.

Oscar Tavella: “Sono secondo con tre punti di svantaggio. La tensione è molto alta;  ci sono due gare in programma. La pista  di Franciacorta non è tra le mie preferite, ci sono alcune curve che proprio non riesco a impostare bene e i  decimi di secondo si accumulano senza accorgersene. Cristini rappresenta per me l'uomo da battere, oltre che a giocare in casa è in un forte team con una moto performante e come se non bastasse va molto forte!

Un problema meccanico nell'ultimo round a Varano mi ha costretto ad una sosta forzata e solo in questi giorni sono tornato in pista. Coltello fra i denti, per vendere cara la pelle! Vinca il migliore!”

 

Cosa ti aspetti dalla gara di Franciacorta?

Giampaolo Cristini:”Mi aspetto tutto e niente! Io e Tavella siamo molto vicini in classifica e un piccolo errore potrebbe costare caro. Sono sereno e voglio dare il massimo. Il resto si vedrà”

Oscar Tavella: “Spero che il motore non mi faccia brutti scherzi visti i problemi che mi ha dato ultimamente. Lo scorso anno mi son  visto sfumare il campionato a causa di un infortunio che mi ha impedito di partecipare all'ultima gara.  In quest'ultima prova darò il massimo per divertirmi e cercare di lasciare dietro il mio avversario”.

 

Che strategia userai per l’ultimo round?

Giampaolo Cristini:” la strategia e' quella di andare più forte di Tavella”.

Oscar Tavella: “Nessuna strategia in particolare, avrò i soliti accorgimenti; cercherò di tenere  più aperto il gas per poter stare davanti a Cristini facendo i conti anche con Nasato e Rigamonti che sicuramente non lo chiuderanno  per far passare me. Spero di fare delle belle qualifiche per avere qualche centimetro più  in griglia, che può essermi utile”.

Bilancio della stagione e i tuoi momenti positivi e negativi del 2016. Ti aspettavi la concorrenza che hai trovato oppure ti aspettavi anche altri piloti in lotta?

Giampaolo Cristini:” Il bilancio e' molto positivo. Ho una squadra, il team Calibra, esagerata dove vengo coccolato,un organizzatore che lavora a favore di noi piloti e un trofeo che a livello di costi ci permette ancora di esserci. Più di così manca solo il titolo.

I momenti positivi della stagione riguardano le vittorie di Franciacorta e Varano, mentre il momento peggiore è stato l'incidente di Kim Aloisi a Varano; ci ha fatto vivere  momenti di terrore. Per quanto riguarda gli avversari alla prima gara si e' fatto male il campione in carica Mestriner poi e' caduto Nasato il mio avversario più forte è rimasto tavella e ce la stiamo giocando. È uno tosto che non molla mai,sarà dura batterlo”.

Oscar Tavella:” Penso  che essere secondo sia un risultato più che positivo, ovviamente chiunque partecipi a un campionato punta sempre al primo posto, quindi darò il massimo a Franciacorta per cercare di salire sul gradino più alto del podio. La prima gara non è stata buona per me e aver fatto terzo la prima gara mi ha rovinato un po' tutto il campionato. Non avevo focalizzato bene i miei avversari e il fatto che corriamo insieme ad un'altra categoria non ha aiutato. Invece un momento positivo in cui tutto ha girato per il meglio è stata la tappa di Modena in cui ho fatto la pole, vittoria, e il giro veloce. Tuttavia quello che rende davvero frizzante il campionato sono gli avversari. Purtroppo sia Mestriner che Eberle si sono infortunati alla prima gara e sinceramente, mi è mancato affrontarmi in pista con loro”.

 

Cosa ti piace del Motoestate e perché il pubblico dovrebbe venire a Franciacorta?

Giampaolo  Cristini:” Corro il Motoestate da 13 anni. Sono un veterano. Quindi per me è il massimo. Il pubblico deve venire perché oltre ad esserci gare spettacolari possono vivere le  gare dall'interno, nel paddock ci sono eventi. Uno show da non perdere. Verranno amici e sponsor a vedere la gara e li ringrazio fin da subito per il calore e la fiducia che mi trasmettono".

Oscar Tavella:” Difficile dirlo visto che vivo in prima persona i duelli sui circuiti. L'esito delle gare è sempre un punto interrogativo, soprattutto per la finale del campionato in cui tutti danno il massimo. Sono sicuro che per gli spettatori sia altrettanto avvincente vedere i piloti  che combattono con le unghie e con i denti per strappare posizioni agli avversari”.

 

Il livello agonistico è molto equilibrato, che cosa ha fatto la differenza quest’anno?

Giampaolo Cristini:” Abbiamo il monogomma Dunlop e nell'arco degli anni le gomme sono migliorate tantissimo e permettono di guidare forte con costanza perché hanno una durata esagerata. La differenza quest'anno l'ha fatta e la farà la costanza di risultati”.

Oscar Tavella:” Un campionato con sei gare e senza nessuno scarto è secondo me un campionato difficile. La differenza la fa la costanza di rendimento. Se sbagli una gara diventa quasi impossibile ottenere un buon risultato finale”.