ROUND 3 TROFEI WHEELUP MOTOESTATE:GRANDE SHOW

I Trofei Wheelup Motoestate protagonisti a Modena di una bella giornata di corse grazie a gare combattute che hanno tenuto impegnato e divertito il pubblico arrivato sul tracciato emiliano. Il caldo ha messo a dura prova i piloti che hanno dato il massimo sulla pista alle porte della città delle automobili di lusso. Uno show, quello del Motoestate, che si conferma e che ora dà appuntamento alla quarta prova stagionale il prossimo 6-7 agosto sul circuito di Varano, per l’ultimo round prima della pausa estiva.

Naked nel segno di Rudy Gaggiolo. Il campione in carica dopo essere scattato al meglio dalla pole position è riuscito fin dalle prime tornate a staccare il capo classifica Nicola Ruggero e correre così una gara in solitaria. Imprendibile Gaggiolo, Ruggero si è così accontentato del secondo posto che in ottica campionato gli garantisce la leadership con cinque punti di vantaggio proprio su Gaggiolo. Terza posizione per Bruno Walter, vincitore della classifica Over 45 davanti a Gelsomino Papa e Pier Giacomo Vitali.

600 Mes: Niccolò Rosso parte a razzo, ma dopo un giro deve cedere la testa per un calo della sua moto. Al comando passa Manuel Perseghin seguito da Paolo Lolli e Daniele Corradi. I tre danno vita a un bel trenino che si protrae per tutta la gara. All’ultimo giro Lolli passa al comando in staccata alla prima curva, poi Perseghin ribatte e si riporta al comando. Al traguardo Perseghin precede in volata Lolli e Corradi.

4moto-eu

https://www.trofeimoto.it/prove_libere_detail.asp?id=626&tit=30_luglio_Prove_Libere_Varano

Nelle Motodiserie 600 affermazione per Lorenzo Villamagna, al secondo centro consecutivo, che precede Giorgio Besana e Lorenzo Taggio, bravo ad agguantare il podio dopo avere passato Kim Aloisi, finito quinto e preceduto nel finale anche da Andrea Carniglia. Nella challenge affermazione per Aloisi davanti a Gabriel Zappa e Michele Filippi.

1000 Mes/Mds: Affermazione maiuscola per Stefano Togni, autore di una partenza non perfetta e poi bravo a rimontare e andare a superare il fuggitivo Francesco Fratus. Il pilota romagnolo con la prima vittoria di stagione guadagna la testa della classifica. Secondo in gara e in campionato Massimo Boccelli, bravo a sopravanzare nel finale Francesco Fratus, buon terzo dopo un avvio roboante. Al quarto posto il pilota di casa Gianluca Villa che ha piegato la resistenza di Massimo Accornero.

Tra le Motodiserie vittoria di Oscar Tavella. Il piemontese ha avuto la meglio su Furio Rigamonti e Salvirex. Miglior Challenge Niccolò Ornati, mentre Gianpaolo Cristini ha vissuto una giornata negativa chiudendo settimo e ora in classifica occupa la seconda posizione a due punti da Tavella.

RTK 600: Giuseppe Tarquini ritorna al successo e piazza una perentoria doppietta con due gare in solitaria  Sul secondo gradino del podio sale Matteo Ricca autore di due terzi posti di manche. Terzo assoluto Manuel Mozzachiodi, settimo e secondo nelle due gare. Luca Maggio dopo il secondo posto iniziale si è fermato nella seconda, chiudendo così settimo. Nella Challenge Bonvicini e Nardin chiudono a pari punti con una vittoria e un secondo posto, ma la meglio ce l’ha Bonvicini per il miglior risultato, primo posto, in gara2.

RTK 1000: Mattia Puttini ottiene la prima vittoria nella Race Attack 1000 grazie a un primo e un secondo posto di manche e precede Massimiliano Palladino con un secondo e un quarto posto. Terzo posto per Roberto Carinelli, out nella prima sfida e vincitore della seconda.

Nella Challenge affermazione per Massimiliano Palladino con Fabio Signorelli e Luciano Ferrara a fargli compagnia, nell’ordine dal secondo al terzo, sul podio.

MiniOpen/125 Open. Ultima gara della giornata, bella all’inizio con la lotta tra Marco Baldassarre e Stefano Raineri. Poi il giovanissimo comasco, Raineri, si ferma per un problema ai freni. Baldassarre ha così vita facile e fa sua la gara, vincendo la 125 Open. La MiniOpen è andata a Davide Suardi che allunga in classifica, mentre in gara ha preceduto Niccolò Barbiani e Mattia Barbierato.

Tra le 125 Open di fianco a Baldassarri sul podio sono saliti Simone Zamboni, secondo, e Oliviero Danelli, terzo.