PROGETTO GIOVANI 2016: BORSE DI STUDIO PER LA MINIOPEN

Avvicinare i giovani alle competizioni e premiare i più talentuosi con particolare occhio di riguardo ai costi. È la mission concepita nel 2013 da Sprinthouse che ha creato all'interno dei Trofei Wheelup Motoestate la categoria MiniOpen, all'interno della quale è stata istituita la borsa di studio per i ragazzi più meritevoli.

Il Progetto Giovani si rinnoverà anche per la stagione 2016 e darà la possibilità ai due giovani Under 21 che si saranno contraddistinti nella giornata test (data e circuito verranno comunicato prossimamente) di poter contare su un contributo di 2500 euro, per il primo classificato, e 1500 euro per il secondo. Una dote economica che permetterà ai giovani di abbattere sensibilmente il costo della stagione di gare.

4moto-eu

Al test del Progetto Giovani potranno partecipare tutti i ragazzi under 21 che abbiano voglia di misurarsi in pista e ambire a correre un campionato che rappresenta la rampa di lancio ideale verso il mondo delle competizioni.

I candidati potranno partecipare al test con la moto di proprietà che dovrà essere una 125 sp, 250 sp, 300 cc 4 tempi, Kit 3 o moto artigianale con un limite di cilindrata di 450 cc, ovvero già conforme al regolamento MiniOpen. Chi volesse partecipare, ma sprovvisto di moto potrà noleggiarla presso i team accreditati. La lista delle squadre verrà fornita dall'organizzazione al momento della prenotazione del test con un prezzo convenzionato per la giornata che comprenderà moto, materiali d'usura e turni in pista.

Il costo per partecipare alla giornata sarà calmierato, ma a carico dei piloti candidati.

Per tutte le informazioni scrivere a segreteria@trofeimoto.it

La Borsa di studio negli anni fucina di Campioni: Il primo premio assegnato nel 2013 se lo era aggiudicato Filippo Scalbi, poi vincitore in pista della MiniOpen. Nel 2014 borsa di studio e titolo erano andati a Kevin Rossi per la MiniOpen e a Gabriele Ruju e Alessandro Costantino nel Ktm Duke Trophy.

Infine nel 2015 il Progetto Giovani se lo sono aggiudicati Stefano Raineri e Matteo Novali. Entrambi i piloti hanno ripagato la fiducia e il premio conquistato con una stagione da protagonisti nella MiniOpen.

Il Progetto nella sua storia ha portato al via e aiutato piloti che si sono poi contraddistinti nella stagione di corse e aprendosi di fatto una carriera nel motorsport.