CORRERE CON I MIGLIORI AIUTA A CRESCERE: L’INCREDIBILE ASCESA DI DAVIDE CONTE

Il vincitore della 300 ClasseViva 2021 è tra i 30 piloti iscritti al Mondiale Supersport 300 2022, che disputerà  in sella alla Kawasaki 400 di SMW Racing.

Davide è classe 2004 e ha partecipato e subito vinto la classe SS300 del MES, senza dubbio la categoria più battagliata e partecipata del 2021. Quella appena passata è stata per lui una stagione indimenticabile. Il #10 ha ottenuto il massimo risultato in quattro delle sei gare disputate, il che gli ha consentito di conquistare la corona d’alloro con un round di anticipo. A impressionare i compagni e gli addetti ai lavoro, oltre ai risultati, è stata la personalità e la grinta del giovane torinese. Forte di un carattere da “mai domo”, Davide ha brillato più di tutte le altre stelle che nel 2021 hanno dato lustro alle griglie del MES 300.

4moto-eu

La stagione

A Varano durante il primo round stagionale il pilota in forza a Extreme Racing Service ha dato vita a un duello mozzafiato con la wild-card di giornata e compagno nel CIV 300 Leonardo Carnevali: una sfida verde Kawasaki che ha visto trionfare Conte grazie a un sorpasso all’ ultima curva. Memorabili anche i duelli per la seconda posizione con l’ex MotoGP Bradley Smith a Cremona, durante il secondo appuntamento stagionale. I due hanno divertito i presenti con sorpassi e contro-sorpassi e anche in quell’occasione l’ha spuntata Davide, che ha così fatto sua la medaglia d’argento. Il terzo round a Varano è stato un vero banco di prova per il pilota del team Extreme. La partecipazione di giovani wild-card impegnate nel WSS 300 come il tedesco Cristian Stages e lo spagnolo Alejanrdo Carrion avrebbe potuto minare le certezze del giovane piemontese. Anche in questo caso però il 10 ha dimostrato tutto il suo talento conquistando un secondo e un terzo posto nelle due manche in programma. Esame superato.

Poi il momento della verità: a Cervesina ha avuto il primo match point per la corona d’alloro 2021. La Dea bendata però ha voluto testare fino alla fine i nervi saldi e la forza mentale del giovane rider. E ha provato in tutti i modi a mettere “i bastoni tra le ruote” della Ninja 400 con il numero 10 sulla carena. In gara Davide è caduto, ma non ha mollato. Ha rialzato la moto e conquistato un’undicesima piazza che gli è valsa il titolo di campione di categoria con un turno di anticipo. A Cremona durante l’atto conclusivo del MES 2021 doveva essere una festa da coronare al meglio. La voglia di continuare a stupire questa volta gli si è però ritorta contro. Davide è scivolato al quarto passaggio nel tentativo, l’ennesimo di questa stagione, di sorpassare un modello diventato amico e rivale: Bradley Smith. Ha chiuso con uno zero che non ha contato granché: le performance e il miglioramento in pista erano ormai sotto gli occhi di tutti.

DAL MES AL WSSP

Con la fine del 2021 è giunto il momento di voltare pagina e proiettarsi in avanti. E il futuro sembra essere più roseo che mai per Davide Conte ora che è ufficialmente tra i 30 piloti al via del WSSP 300 2022. Noi, come avevamo preannunciato nella sua intervista di fine stagione … lo aspetteremo alle gare per festeggiare i risultati che siamo certi potrà cogliere a livello internazionale.

MES SS 300: TRAMPOLINO DI LANCIO

Quello di Davide non sarà il primo passaggio dal MES 300 al WSS. Durante la passata stagione un altro protagonista dei Trofei MotoEstate ha vissuto un esordio da sogno nel Mondiale. Il vice-campione di categoria Niccolò Lisci ha debuttato ad agosto durante la tappa del WSBK a Most ed è stata, citandolo testualmente “un’esperienza formativa indimenticabile“.

Davide, Niccolò e tutti i ragazzi della 300 ClasseViva ci hanno regalato un 2021 incredibile. E grazie alla loro voglia e talento si sono migliorati a vicenda. E’ l’ennesima testimonianza che correre con i migliori aiuta a crescere. Parola di Davide e di tutta la banda del MES 300.